La Crosèra

La Crosèra: cammino di primiero

La Crosèra  Primiero ed il suo antico cammino tra natura, fede e storia

La “Crosèra” è un antico cammino, od anche pellegrinaggio, che è attualmente intrapreso da curiosi, avventurieri e fedeli nel territorio della comunità di Primiero (una comunità del Trentino Alto Adige) e che, come da nome, ha la caratteristica di essere un percorso che se segnato su di una mappa geografica forma su di essa una croce perfetta, simbolo per antonomasia della fede.

Ma vediamo meglio, nei suoi dettagli e nelle sue particolarità, chi ha ridato vita a La Crosèra ed al suo percorso con un entusiasmante itinerario tra fede, cultura e paesaggi naturali mozzafiato…

LA CROSERA, l’antico cammino di Primiero – L’INIZIATIVA

L’iniziativa è stata avviata nel 2010 dall’associazione di promozione sociale “La Crosèra”, la quale ha dato nuova linfa a quel cammino che non molti conoscono, ma che è dotato di una bellezza straordinaria e di una tale pace e tranquillità che fanno di esso un toccasana per mente e corpo.

La meditazione è di sicuro uno degli aspetti principali di questo “pellegrinaggio”, ma nel mezzo si può godere di tutto ciò che madre natura ci ha donato e fare di questo viaggio una esperienza di vita e di conoscenza personale. I paesaggi suggestivi, i tanti luoghi di culto, la tradizione, tutto unito in un’unica vallata: quella di “Primiero”.

LA CROSERA, l’antico cammino di Primiero – IL PERCORSO

Il percorso de La Crosèra si svolge sul Territorio di Primiero, un’area vasta almeno 417km quadrati e che abbraccia fiumi, monti e paesaggi di una bellezza straordinaria e di un valore storico incommensurabile. I vari luoghi di culto fanno testimonianza a tutto il valore che circonda l’area del Primiero, infatti, nel suo itinerario la Crosèra interessa in particolare “quattro punti focali”, quattro angoli di estrema tranquillità e pace per la meditazione dei fedeli, che sono:

  1. La Chiesa di San Giovanni – Prima tappa
  2. La Chiesa di San Vittore – Seconda Tappa
  3. La Chiesa di santa Romina – Terza tappa
  4. La Chiesa di San Silvestro – Quarta Tappa

Questi punti di interesse formano le tappe principali delle croce della suddetta “La Crosèra”, creando un itinerario con una lunghezza quantificabile in 71 chilometri, da percorrere come da tradizione in 4 giorni consecutivi.

Oltre a queste principali tappe, “La Crosèra” l’antico cammino di Primiero, ad oggi presenta molti altri punti di interesse che si intersecano nello stesso cammino. Luoghi non proprio di culto ma che aggradano la visita, come: edicole religiose e bellissime baite/resort, impiantati nell’ecosistema in modo sostenibile e non aggressivo, rendendo il soggiorno dei turisti gradevole e riposante.

Chi viaggia nella Valle di Primiero?

Abbiamo visto tante diverse persone che viaggiano nella Valle di Primiero. Nell’estate del 2015 abbiamo incontrato alcuni italiani da Roma e Sicilia accanto a visitatori da tutta l’Europa. Abbiamo anche incontrato una coppia dal Regno Unito che viaggiava in un camper, blogging sui loro viaggi su un sito web britannico chiamato MotorhomeFreedom.com.

Ma la storia che circonda La Crosèra di Primiero non è tutta qui…

LA CROSERA, l’antico cammino di Primiero – CENNI STORICI

Per quanto riguarda la storia de “la Crosèra”, essa era il sentiero intrapreso nell’antichità da pellegrini e viandanti che, chi in cerca di meditazione e chi in cerca di strade pacifiche e tranquille da percorrere, si trovavano di passaggio in queste vie adocchiate dalle maestose Dolomiti. Vie che conducevano ai luoghi più importanti per i cittadini del tempo e fornivano un percorso per l’ascensione e la riconciliazione coi Santi che, secondo il culto, erano e sono ancora motivo di protezione.

A questo fanno fede le quattro chiesette posizionate a mo’ di croce proprio a simboleggiare il culto religioso, lo stesso che è fortemente intrecciato con la splendida natura che ha il potere di rendere attonito ogni pensiero.

Nel tradizionale cammino De la Crosèra di Primiero è infatti fulcro del viaggio l’assaporare quel profumo degli elementi circostanti, l’aria fresca e pura di valli e montagne, lo scorgere l’acqua così limpida quasi da parer trasparente che scorre nei torrenti, le terre ondeggianti ed incontaminate ed il calore dei focolari cittadini accesi per dare sollievo agli avventurieri di questo meraviglioso cammino.

Il percorso nella sua interezza evidenzia anche la tradizione della vita rurale del tempo, che passando tra i “villaggi” (ormai cittadine) mostravano quei solchi duri e quei segni lasciati nelle rocce fatti per ricordare e che, in tal senso, valorizzano la qualità della vita in comunità. D’altro canto c’è anche un lato più ascetico e volto alle intercessioni coi Santi protettori affinché diano, sotto la loro egida, prosperità e vita tramite questo percorso di 4 giorni che tocca le quattro chiesette fondamentali.

Le stesse chiesette venivano e vengono tuttora, secondo la cultura folcloristica,  associate alla congiunzione degli elementi naturali: la Chiesetta di San Giovanni (con la sua tappa è il sentiero di “Terra”), La Chiesetta di San Vittore (Tappa sentiero di ”Acqua”), La Chiesa di Santa Romina (Tappa verso il sentiero di “Aria”) ed in fine La Chiesetta di San Silvestro (con la sua tappa è il sentiero del “Fuoco”).

 

Oggi lungo il percorso sono sorte diverse edicole sacre dedicate alla Madonna, anch’esse sono disposte a forma di croce sul territorio non deturpando né natura né percorso, ma a differenza delle predette tappe riguardanti le quattro Chiese, le edicole religiose si trovano a distanza più ravvicinata coi centri abitati.

Un viaggio di apprendimento e di cultura, nonché di culto è quello che attende il visitatore, perché l’Antico Cammino di Primiero “La Crosèra”  è certamente un mix concreto tra religiosità, natura, tranquillità e storia dell’uomo. Un viaggio per ritrovarsi spiritualmente e per attutire lo stress quotidiano accumulato in estenuanti giornate di lavoro ed impegni.

LA CROSERA, l’antico cammino di Primiero –  Un Viaggio da fare!

Il cammino è tutto da scoprire, lungo la strada sono presenti località rurali, luoghi rustici, aree di culto ed ambienti comunitari innestati nella natura più florida ed incontaminata. Un pellegrinaggio nelle zone della comunità di Primiero è l’essenziale per riscoprirsi e con l’itinerario de La Crosèra c’è una buona occasione per farlo.